Essentija IGT Isola dei Nuraghi Bovale 2012Pala

20,00€ 16,90€Prezzo web

  • Tipologia

    Vino Rosso

  • Origine

    Serdiana (CA)

  • Abbinamenti

    Antipasti di Terra, Cacciagione da Piuma, Carni Bianche, Carni Rosse, Formaggi Stagionati, Pollame, Primi Piatti di Terra

Caratteristiche

  • Nome completo

    Essentija IGT Isola dei Nuraghi Bovale 2012 - Pala

  • Uvaggio

    Bovale Grosso

  • Gradazione

    14%, 750-ml

Descrizione e abbinamenti

Uve – Bovale 100%.

Vigne e metodo di coltivazione – alberello tradizionale e spalliera bassa, Uras e Terralba

Età della vigna – da 40 e 87 anni a seconda dell’appezzamento.

Resa – 70 quintali/ettaro.

Terreni e Giacitura – di media collina, argillosi calcarei di collina ricchi di scheletro o sabbiosi, 150/180 m. s.l.m.

Vinificazione, Maturazione, Affinamento – dopo la pigiadiraspatura segue la macerazione a temperatura controllata, con l’innesto di lieviti selezionati, che dura tra gli 8 e i 10 giorni. Terminata la fase di macerazione la fermentazione prosegue in tini in acciaio inox a temperatura controllata intorno ai 22/24°. A fermentazione ultimata si procede a delle leggere chiarifiche dopo le quali il vino viene lasciato riposare alcuni giorni. Dopo di che l’affinamento prosegue per circa quattro mesi in vasca di cemento sotterranea per poi continuare in barriques nuove di rovere francese da 225 litri per circa tre mesi e di nuovo due mesi in acciaio inox. Successivamente il vino verrà posto in bottiglia per completare l’affinamento in circa 3/4 mesi.

Degustazione – colore Rubino intenso e consistente con lievi riflessi granata, molto limpido. Profumo intenso e persistente con note preponderanti di frutta matura, su tutte prevale la prugna. Sapore asciutto e morbido di buona struttura, caldo e avvolgente.

Abbinamenti e modo di servizio – cacciagione da piuma, carni arrosto e brasate, formaggi stagionati ma non piccanti. Servire a 18°/20° stappando un ora prima della mescita o in caraffa.

CURIOSITA’

Essentija (leggi essentia) è essenzialmente un Bovale (sardo), per questo il nome.

Davanti a un fuggi fuggi generale da parte di molti produttori cooperativi e al progressivo abbandono del vitigno,  anch’esso autoctono della Sardegna abbiamo deciso anni fa di investire nell’area più vocata.

Oggi produciamo questo Bovale da vigneti su sabbia e su piede franco, alcuni con fondo vulcanico (dopo sei metri di sabbia!)