Latinia Vino da Uve Stramature Lotto 2009Cantina Sociale di Santadi

22,00€ 18,90€Prezzo web

  • Tipologia

    Vino Dolce

  • Origine

    Santadi (CI)

  • Formato

    375 ml

  • Abbinamenti

    Dolci di Frutta Secca, Fine Pasto, Formaggi a Crosta Fiorita, Formaggi Erborinati

Caratteristiche

  • Nome completo

    Latinia Vino da Uve Stramature Lotto 2009 - Cantina Sociale di Santadi

  • Uvaggio

    Uve autoctone a bacca bianca

  • Gradazione

    13,5%

  • Temperatura di servizio

    12-14 °C

Descrizione e abbinamenti

Latinia è il vino dolce bianco da uve stramature della Cantina Sociale di Santadi, uno dei passiti più strutturati ed intensi dell’isola,

 

ottenuto dalle tradizionali cultivar a bacca bianca della Sardegna meridionale, allevate ad alberello su terreni sciolti e sabbiosi, con una vendemmia tardiva effettuata in più passaggi e maturazione in barrique di secondo e terzo passaggio.

 

 

Latinia
Vino da uve stramature.
classificazione
Vino da uve stramature.
provenienza
Le uve bianche tipiche stramature provengono dai vigneti allevati ad alberello – antica vigna latina – del basso Sulcis.
composizione del suolo
Prevalentemente sciolto e sabbioso.
uvaggio
Uve bianche tipiche del territorio.
clima
Caldo-arido in estate, temperato d’inverno.
epoca di raccolta
La vendemmia delle uve dipende principalmente dai fattori biotici e abiotici che ne determinano la surmaturazione. Periodo che va dalla fine di Settembre alla fine di Ottobre.
vinificazione
La vendemmia delle uve è tardiva e viene effettuata tornando anche più volte sullo stesso vigneto a raccogliere quei grappoli che col tempo hanno raggiunto il livello desiderato di surmaturazione. Il mosto ricco di zuccheri, dopo la separazione dalle bucce, viene fatto fermentare in serbatoi di acciaio inox. La fermentazione alcolica che a causa dell’alta densità del mosto procede molto lentamente viene ad un certo punto naturalmente inibita. L’evoluzione prosegue per alcuni mesi in barriques di rovere francese di terzo passaggio.
caratteristiche organolettiche
Colore: colore ambrato accompagnato da una grande consistenza. Profumo: intenso bouquet di miele, caramello, zucchero vanigliato e chiodi di garofano. Gusto: in bocca è persistente, equilibrato, con una dolcezza mai stucchevole e un finale che ricorda i fiori d’arancio.
conservazione
Conservare ad una temperatura costante di 17 °C e un’umidità del 75-80%, al riparo dalla luce e mantenendo la bottiglia in posizione orizzontale.
servizio
Si serve in un calice di media ampiezza e imboccatura stretta, a una temperatura di ca. 14 °C.
gastronomia
Dai ravioli di ricotta fritti e conditi con miele, ai formaggi ben stagionati. Esalta ogni tipo di dessert

Di un vivo colore ambra carico, che rimanda il ricordo ai tempi andati, ruota nel bicchiere opulento ed esprime al naso note intense di miele di zagara, di frutta disidratata come albicocche e pere, spezie come la vaniglia e i chiodi di garofano, zucchero caramellato ed erbe aromatiche.

In bocca è un vino dolce di una straordinaria morbidezza, fresco e sapido, equilibrato, di grande intensità e persistenza.

Cantina Sociale di Santadi

Con i suoi ventimila metri quadri di area edificata e un diametro produttivo di 30 km, la Cantina Sociale di Santadi è una delle più grandi cooperative sarde, al punto tale da poter essere considerata quasi un enopolio. Una produzione rilevante non solo dal punto di vista quantitativo, ma anche da quello qualitativo: basti pensare che proprio qui, nel lontano 1984, Giacomo Tachis, padre del Sassicaia, del Solaia e del Tignanello, concepì il primo vino sardo di grande struttura maturato in pregiate barrique in perfetto stile bordolese, il Terre Brune, affermatosi negli anni come uno dei capolavori enologici dell’isola.

Approfondisci