Maimone Cannonau di Sardegna DOC 2013Cantina Sociale della Vernaccia di Oristano

9,00€ 7,40€Prezzo web

  • Tipologia

    Vino Rosso

  • Formato

    750 ml

  • Abbinamenti

    Antipasti di Terra, Carni Rosse, Formaggi Stagionati, Primi Piatti di Terra

Caratteristiche

  • Nome completo

    Maimone Cannonau di Sardegna DOC 2013 - Cantina Sociale della Vernaccia di Oristano

  • Uvaggio

    Cannonau

  • Gradazione

    13,5%

  • Temperatura di servizio

    14-16 °C

Descrizione e abbinamenti

Il vino Maimone Cannonau di Sardegna DOC della Cantina Sociale della Vernaccia di Oristano è un rosso ottenuto dall’omonimo vitigno sardo, coltivato nella Valle del Tirso. Dopo la raccolta, le uve vengono sottoposte a pigiatura e macerazione fermentativa di otto dieci giorni. Una volta terminata la fermentazione, il vino viene posto in piccole botti di rovere, in maniera tale da affinare e acquisire eleganza.

Il suo rosso rubino con riflessi violacei anticipa profumi intensi di frutta rossa e di fiori come la mammola, arricchiti da sfumature speziate.

In bocca è fresco e delicatamente tannico, piacevolmente morbido e sapido, intenso e fine negli aromi. è di colore rosso granata con riflessi viola. Un profumo con caratteri di tipicita’ di frutti rossi. Un gusto asciutto e morbido di buona persistenza e di medio corpo.

Rosso di media struttura, per le sue doti è capace di accompagnare primi piatti di una certa struttura, come quelli tipici della tradizione sarda: la suppa gallurese – detta anche suppa cuata, sorta di lasagna fatta con il pane carasau imbevuta nel brodo di pecora o di vitello e alternata da strati di formaggio – o le lorighittas di Morgongiori condite con il tradizionale ragoût di galletto.

Cantina Sociale della Vernaccia di Oristano

Nata nel 1953, la Cantina Sociale della Vernaccia di Oristano è la principale cooperativa dell’oristanese, che riunisce la gran parte dei produttori arborensi. Il territorio in cui si operano i conferitori è quello del Sinis e della bassa valle del Tirso: i vigneti si estendono dunque dai terreni sabbiosi ricchi di sali più vicini alle coste del Sinis, rinfrescati dallebrezze cariche di aromi marini che spirano dal Golfo di Oristano, a quelli più interni fertili per gli straripamenti del Tirso ripetutisi sino a pochi decenni fa, caratterizzati da limi e argille miste a frazioni sabbiose. Protagonisti di questa zona sono due vitigni autoctoni, il Vernaccia e il Nieddera.  

Approfondisci