Maoro IGT Isola dei Nuraghi RossoVigneti Zicca

26,00€ 22,90€Prezzo web

  • Tipologia

    Vino Rosso

  • Origine

    Villagrande Strisaili (OG)

  • Formato

    750 ml

  • Abbinamenti

    Carni Bianche, Carni Rosse, Formaggi Stagionati, Funghi, Pollame, Primi Piatti di Terra, Vellutate, Zuppe e Minestre

Caratteristiche

  • Nome completo

    Maoro IGT Isola dei Nuraghi Rosso - Vigneti Zicca

  • Uvaggio

    Uve autoctone a bacca rossa

  • Gradazione

    14,5%

  • Temperatura di servizio

    16-18 °C

Descrizione e abbinamenti

Maoro è il rosso di Vigneti Zicca, un IGT Isola dei Nuraghi Rosso prodotto da uve locali e maturato per un breve periodo in legno in piccole quantità (meno di cinquemila bottiglie). Il nome è un omaggio al Monte Maoro, massiccio che domina questa zona ogliastrina.

Maoro nasce da vigneti di più di trent’anni allevati a guyot in località Corru Trabutzu, nelle campagne di Villagrande Strisaili, in Ogliastra, tra i 150 ed i 200 metri sul livello del mare, su colline soleggiate ed areggiate costituite da un suolo di disfacimento granitico. Si tratta di un terroir capace di conferire freschezza e mineralità ai vini e allo stesso tempo, grazie alle buone escursioni termiche, una buona resa aromatica. La vendemmia, rigorosamente manuale, viene attuata quando nelle uve c’è ancora una buona concentrazione di acidi, nell’ultima settimana di Settembre. Le uve sono rapidamente trasportate in cantina e qui sottoposte a selezione ed avviate alla vinificazione in rosso, con iniziale diraspatura dei grappoli, pigiatura e macerazionehttp://dispensas.it/wp-admin/post.php?post=5045&action=edit delle bucce nel mosto per circa dodici giorni, conclusi i quali si ha la pressatura e la svinatura della massa. Contemporaneamente si ha la fermentazione alcolica, avviata con lieviti autoctoni: conclusa la fermentazione, Maoro subisce una breve maturazione in legno, in maniera tale da incrementare le sue doti di struttura, morbidezza e complessita gisto-olfattiva. Conlcude il tutto l’affinamento in bottiglia per un periodo variabile da sei a dodici mesi, prima della messa in commercio.

Maoro si presenta nel calice rosso rubino intenso, una veste screziata da riflessi violacei dovuti alle cultivar utilizzate per produrlo, ed alla natura del suolo.

Al naso regala profumi tipici che vanno dal vinoso al fruttato di frutti rossi di bosco, con sfumature di sottobosco e balsamiche di cisto e macchia mediterranea.

In bocca Maoro è un vino caldo e di discreta morbidezza, di buona struttura e buon equilibrio.

Maoro si abbina alla perfezione con i secondi della tradizione, come agnello allo spiedo e cordedda, con rossi strutturati come pappardelle alla salsiccia, cavolo e pepe nero, o con i tradizionali formaggi ogliastrini di buona stagionatura.

La scheda del produttore non è ancora disponibile.