Montessu IGT Isola dei Nuraghi Rosso 2015Agricola Punica

16,00€ 12,90€Prezzo web

  • Tipologia

    Vino Rosso

  • Origine

    Narcao (CI)

  • Formato

    750 ml

  • Abbinamenti

    Cacciagione da Piuma, Carni Bianche, Carni Rosse, Formaggi Stagionati, Primi Piatti al Tartufo, Primi Piatti di Terra

Caratteristiche

  • Nome completo

    Montessu IGT Isola dei Nuraghi Rosso 2015 - Agricola Punica

  • Uvaggio

    Cabernet Franc, Merlot, Syrah, Cabernet Sauvignon, Uve autoctone a bacca rossa

  • Gradazione

    14,5%

  • Temperatura di servizio

    16-18 °C

Descrizione e abbinamenti

Il vino Montessu IGT Isola dei Nuraghi Rosso è il secondo vino dell’azienda Agricola Punica. Frutto di un blend di un vitigno a bacca rossa autoctono e quattro vitigni internazionali a bacca rossa (40% della massa), è un rosso di grande eleganza, una sorta di fratello minore del più noto Barrua. Il nome deriva da un sito archeologico, la Necropoli di Montessu, posta nelle campagne di Villaperuccio, piccolo comune del Sulcis Iglesiente a poca distanza da Narcao, costituita da una quarantina di domus de janas – in sardo “case delle fate”, costruzioni ipogeiche di epoca prenuragica – il più vasto nel suo genere in Sardegna. Alcune di queste domus recano dei motivi decorativi incisi a rilievo, raffiguranti delle spirali: lo stesso motivo che compare nell’etichetta del Montessu.

Le uve da cui è prodotto questo vino provengono dai vigneti a cordone speronato delle tenute aziendali nelle campagne di Narcao, nel Basso Sulcis: terreni tendenzialmente di medio impasto, argillosi, sabbiosi e calcarei, bruciati dal caldo torrido nelle calde giornate estive ma rinfrescate la sera dalle brezze che soffiano dal mare vicino. Dopo la raccolta e la diraspapigiatura, il mosto macera e fermenta con le bucce ad una temperatura di circa 28° C, subendo frequenti rimontaggi. Segue la fermentazione malolattica, che trasormando parte dell’acido malico in lattico incrementa la morbidezza del vino, e l’evoluzione in pregiate barrique di rovere francese per quindici mesi.

Montessu si presenta nel bicchiere con un bel rosso rubino, impenetrabile, archetti fitti e lenti che si staccano dal bicchiere; al naso Montessu rivela profumi di frutta rossa, con ricordi di confettura di ciliegie e di more, sfumature erbacee rimandanti al peperone, e una fine speziatura costituita da sfumature di pepe nero, di vaniglia in baccello e cacao amaro, conferite dalla sosta in barrique di secondo passaggio per quindici mesi. Un bouquet, e quindi una personalità, ben diversi rispetto a quelli del Rocca Rubia, prodotto per certi versi affini: più tradizionale il carattere del vino della Cantina Sociale di Santadi, più intenrazionale e moderno quello dell’etichetta di Agricola Punica.

L’intensità e la finezza dei profumi è pienamente confermata dagli aromi di bocca; all’assaggio Montessu è agile, capace di combinare magistralmente freschezza e morbidezza, alcool e tannini.

Perfetto con arrosti di carne bovina alla brace e formaggi di media stagionatura, come il pecorino sardo, Montessu si accompagna eccellentemente anche con i primi piatti saporiti, come quelli a base di selvaggina di piuma. Da pensare, ad esempio, con la Faraona arrosto agli aromi con patate ed asparagi croccanti!

Agricola Punica

Agricola Punica è uno dei più progetti enologici più avvincenti e di successo sviluppatosi nel nuovo millennio in Sardegna. Nato da un sogno di Giacomo Tachis, si è da subito distinta per la sua personalissima reinterpretazione del principale vitigno del Sulcis Iglesiente, il carignano, riletto alla luce del gusto moderno e grazie al connubio con le principali cultivar a bacca rossa francesi, prime fra tutte il cabernet sauvignon ed il merlot.

Approfondisci