Montiprama IGT Valle del Tirso Nieddera 2013Cantina Sociale della Vernaccia di Oristano

10,70€ 8,90€Prezzo web

  • Tipologia

    Vino Rosso

  • Origine

    Oristano (OR)

  • Formato

    750 ml

  • Abbinamenti

    Antipasti di Terra, Carni Rosse, Formaggi Stagionati, Pesce, Primi Piatti di Terra, Vellutate, Zuppe e Minestre

Caratteristiche

  • Nome completo

    Montiprama IGT Valle del Tirso Nieddera 2013 - Cantina Sociale della Vernaccia di Oristano

  • Uvaggio

    Nieddera

  • Gradazione

    13,5%

  • Temperatura di servizio

    16-18 °C

Descrizione e abbinamenti

Il nieddera è un vitigno considerato autoctono diffuso unicamente nella bassa valle del Tirso, tra le campagne di Oristano, Cabras e Nurachi. Allevato ad alberello basso e di bassa produttività, regala un mosto viola intenso, dalla grande carica tannica, caratteristiche che lo rendono perfetto quale uva da taglio e che gli consentono di dar vita ad indimenticabili per unicità e tipicità, sia rossi sia rosati.

La Cantina Sociale della Vernaccia di Oristano è una delle poche realtà a preservare questo prodotto tradizionale, attraverso la produzione di Montiprama IGT Valle del Tirso Nieddera Rosso, un vino che el nome riprende il sito archeologico poco distante da Oristano nel quale, intorno alla metà degli anni Settanta, lavorando il proprio terreno con l’aratro, un contadino scoprì casualmente dei blocchi di arenaria che poi si rivelarono statue monolitiche di fabbricazione nuragica vecchie di quasi tremila anni, i famosi Giganti di Montiprama, una delle scoperte più importanti in campo archeologico in Italia degli ultimi cinquant’anni.

Montiprama si presenta con un colore rosso rubino intenso e impenetrabile, segnato ancora da riflessi violacei, con profumi intensi di frutta rossa freschissima – ciliegie e more su tutte – sfumature balsamiche e delicate note speziate.

In bocca è secco e caldo, animato da buona freschezza, sapidità e tannini fitti: gli aromi, intensi, persistono a lungo.

Da accompagnare a piatti dai sapori decisi e buona grassezza, come, rimanendo nela cucina locale, malloreddus cotti nel brodo di pecora conditi con salsa rossa al pecorino, o di pesce, ma con le medesime caratteristiche, come come anguille in cassoa condite con il burro e parmiggiano.

Cantina Sociale della Vernaccia di Oristano

Nata nel 1953, la Cantina Sociale della Vernaccia di Oristano è la principale cooperativa dell’oristanese, che riunisce la gran parte dei produttori arborensi. Il territorio in cui si operano i conferitori è quello del Sinis e della bassa valle del Tirso: i vigneti si estendono dunque dai terreni sabbiosi ricchi di sali più vicini alle coste del Sinis, rinfrescati dallebrezze cariche di aromi marini che spirano dal Golfo di Oristano, a quelli più interni fertili per gli straripamenti del Tirso ripetutisi sino a pochi decenni fa, caratterizzati da limi e argille miste a frazioni sabbiose. Protagonisti di questa zona sono due vitigni autoctoni, il Vernaccia e il Nieddera.  

Approfondisci