Moro Cannonau di Sardegna DOC 2015Mesa

15,60€ 13,50€Prezzo web

  • Tipologia

    Vino Rosso

  • Origine

    Sant'Anna Arresi (CI)

  • Formato

    750 ml

  • Abbinamenti

    Antipasti di Terra, Carni Bianche, Carni Rosse, Formaggi Stagionati, Primi Piatti di Terra

Caratteristiche

  • Nome completo

    Moro Cannonau di Sardegna DOC 2015 - Mesa

  • Uvaggio

    Cannonau

  • Gradazione

    13,5%

  • Temperatura di servizio

    16-18 °C

Descrizione e abbinamenti

La cantina Mesa non produce solo vini da uve carignano; attraverso l’acquisto o l’affitto di vigneti in altre parti della Sardegna, ha esteso la sua gamma di prodotti, mantenendo sempre altissima la qualità grazie alla perfetta combinazione tra vitigni e terroir. Così è per il Moro Cannonau di Sardegna DOC: un rosso di buona struttura e morbidezza, capace di accostarsi senza timor di sfigurare accanto ad altri famosi  cannonau dell’isola, come Mamuthone di Sedilesu o Carros di Fratelli Puddu.

Moro nasce da una selezione di uve cannonau da vigneti siti ad Atzara e Mamoiada, contesti particolarmente adatti alla produzione di queste uve, per via dei terreni, originati da disfacimento calcareo e granitico, e del clima collinare, più rigido rispetto a quello costiero, contraddistinto da maggiori escursioni termiche, perfetto per ottenere grandi espressioni aromatiche. I vigneti di cannonau, nel centro dell’isola, sono allevati ad alberello, come da tradizione: una volta raccolte le uve, a perfetta maturazione – solitamente tra la fine di Settembre e la prima decade di Ottobre – e sottoposte queste ultime a diraspatura e pigiatura, il mosto subisce vinificazione in rosso. Concluse le prime fasi di vinificazione, Moro matura in parte in vasche di cemento ed in parte in barrique di secondo passaggio per quasi un anno, in maniera da incrementare la propria struttura, la propria morbidezza e la complessità gusto-olfattiva, prima dell’affinamento finale in bottiglia.

Di un bel colore rosso rubino, animato da qualche riflesso violaceo, e una bella trasparenza, Moro svela al naso profumi di frutta rossa matura e piccole bacche quali il lampone e il ribes, arricchito da nuances di viole e gerani, sfumature eteree e di grafite.

In bocca Moro è un vino di corpo, succoso, dai tannini gentili e discreti, buona freschezza e sapidità, doti appena attenuate da una certa morbidezza. È un vino equilibrato, di buona intensità e persistenza.

Moro si accompagna a piatti di carne di meda struttura: un abbinamento potrebbe essere l’agnello arrostito sulle braci ardenti, a su schidoni come si dice in Sardegna, cioè allo spiedo, o sa cordedda, piatto tradizionale ottenuto intrecciando le budella dell’agnello ripulite nella vernaccia o in altro vino bianco e intrecciate in maniera da contenere le frattaglie della bestia, e cotto arrosto sulle braci.

Mesa

Una struttura candida, minimalista ed inusuale nel Sulcis Iglesiente, è accolta dolcemente dai pendii delle colline che affacciano su Porto Pino. Si staglia in mezzo al verde della macchia mediterranea e dei vigneti, da dove osserva con compiacimento il territorio che la circonda e il frutto del suo lavoro, ed è osservata con stupore e meraviglia dai tanti occhi che possono scorgerla anche da distante. Il portale e la grande parete esterna ricreano le suggestioni delle etichette dei vini Mesa. All’interno 5 mila metri articolati su tre livelli, modernissimi e strutturati secondo una logica dove uva e vino possano essere trattati con particolare riguardo, seguiti a vista nel loro percorso di lavorazione attraverso immense vetrate.

Approfondisci