Oscarì Alghero DOC Torbato Spumante Metodo Classico 2016Sella e Mosca

30,00€ 23,90€Prezzo web

  • Tipologia

    Vino Spumante e Frizzante

  • Origine

    Alghero (SS)

  • Formato

    750 ml

  • Abbinamenti

    Antipasti di Mare, Aperitivo, Crostacei, Fritture di Pesce, Fritture di Verdura, Pesce, Primi Piatti con Verdure, Primi Piatti di Mare

Caratteristiche

  • Nome completo

    Oscarì Alghero DOC Torbato Spumante Metodo Classico 2016 - Sella e Mosca

  • Uvaggio

    Torbato

  • Gradazione

    12,5%

  • Temperatura di servizio

    6-8 °C

Descrizione e abbinamenti

Oscarì è una delle quattro nuove etichette di Sella & Mosca, un Alghero DOC Torbato Spumante Metodo Classico Milesimato Brut. Oscarì nasce dall’esperienza della famiglia Moretti, nuova proprietaria dell’azienda algherese e storicamente legata ad una delle più grandi aziende della Franciacorta, Bellavista, nella produzione degli spumanti metodo classico: troppo ghiotta la tentazione di produrre un grande spumante rifermentato in bottiglia da una grande uva come il torbato, per lasciarsela sfuggire! L’etichetta di Oscarì, come quella di Catore, Ambat e Mustazzo, è frutto della collaborazione tra Sella & Mosca e una delle più grande firme della moda in Sardegna, lo stilista Antonio Marras. Il nome è un omaggio al personaggio rappresentato in etichetta, un “algherese elegante, un po’ gagà“, nato ad Ittiri e tornato da Parigi nella piccola Barcelloneta per la notte di San Giovanni.

Oscarì nasce dai vigneti aziendali allevati nella piana di Alghero sia a pergola sarda, sistema tipico di questa parte della Sardegna, più incline a recepire tendenze alloctone, sia a cordone speronato, con densità di impianto di circa quattromila ceppi per ettaro e rese non superiori ai cento quintali. Per produrlo viene utilizzato esclusivamente il torbato, cultivar che è stata in grado di creare un rapporto così stretto con questo territorio e che sì bene si presta per la spumantizzazione, sia in autoclave – vedi il Terre Bianche Torbato Brut ed il Terre Bianche Torbato Brut Millesimato – sia in bottiglia. Le uve vengono raccolte all’inizio di Settembre, quando ancora sono ricche di acidità e non troppo dolci; dopo esser trasportate in cantina vengono sottoposte a pressatura soffice ed il mosto fiore sottoposto a decantazione statica a freddo ed inoculo con lieviti selezionati, per la prima fermentazione alcolica, in acciaio inox a temperatura controllata. Alla composizione della cuvée e l’aggiunta del liqueur de tirage segue la rifermentazione in bottiglia, durante la quale si ha la presa di spuma. Una volta conclusa questa fase, le bottiglie riposano per un anno a contatto con le scorze dei lieviti, prima della sboccatura e la posa del tappo a fungo.

Oscarì si scatena nel calice con una miriade di fini bollicine, che percorrono una massa liquida giallo paglierino brillante e dai riflessi verdolini.

Al naso regala sensazioni di biancospino e zagara, sensazioni fruttate di mela Granny Smith e meloncino a pasta bianca, di crosta di pane e timo.

In bocca Oscarì è uno spumante dal perlage brioso e fine, fresco e di grande mineralità, cremoso nella struttura, dagli aromi decisi ed eleganti.

Oscarì è uno spumante perfetto per un elegante aperitivo, da accompagnare con una tempura di verdure croccanti, con un cono di mangatutto fritti o con un plateaux royale di mare. A tavola potrà esprimere il meglio di sé con il più tipico dei piatti algheresi, l’aragosta alla catalana, ma anche con con primi di verdure come una lasagna di verdure.

Sella e Mosca

Costruite nel 1903, nulla hanno perso dell’antico fascino. Qui avviene oggi l’invecchiamento dei rossi importanti, nelle tradizionali botti di pregiato rovere di Slavonia e in barriques di Allier, Nevers e Tronçais. Adiacente alla cantina storica si trova l’edificio dedicato al Marchese Emanuele Pes di Villamarina (1773-1852) ed al suo nobile casato sardo, originario della Gallura e proprietario di numerosi immobili ed attività in Sardegna, fra cui la tonnara dell’Isola Piana (Carloforte).

Approfondisci