Grappa di Pontis Acquavite di Vinacce (non millesimato)Contini

21,50Prezzo web

  • Origine

    Cabras (OR)

  • Formato

    500 ml

  • Abbinamenti

    Cioccolato fondente, Dolci al Cioccolato, Fine Pasto

Caratteristiche

  • Nome completo

    Grappa di Pontis Acquavite di Vinacce (non millesimato) - Contini

  • Uvaggio

    Uve autoctone a bacca bianca

  • Gradazione

    40%

  • Temperatura di servizio

    10-12 °C

Descrizione e abbinamenti

Grappa di Pontis è uno dei due distillati commercializzati dall’azienda Contini, un’Acquavite di Vinacce Invecchiata prodotta partendo dagli acini esausti utilizzati per produrre il Pontis, il vino passito della cantina.

Requisito fondamentale per la produzione di una grappa di qualità è che le vinacce non subiscano, dopo la sgrondatura, fementazioni indesiderate, attacchi batterici o deperimento fisico-chimico, ma si mantengano fresche. Le vinacce per la Grappa di Pontis quindi, subito dopo la pigiatura, sono poste a fermentare in speciali contenitori, a chiusura ermetica e temperatura controllata, per garantire il miglior risultato finale. A fine fermentazione le vinacce presentano aromi fragranti e fruttati tipici delle uve bianche, ottenuti grazie anche alla completa assenza d’aria. La successiva fase di distillazione delle vinacce avviene molto lentamente, attraverso l’utilizzo di alambicchi a ciclo discontinuo. Grappa di Pontis, ultimata questa fase, viene lasciata maturare per circa dieci mesi in piccole botti di rovere. Questa fase, oltre a smussarne certe durezze, contribuisce ad incrementare la morbidezza, la complessità e l’eleganza del prodotto finale.

Grappa di Pontis mostra nel calice un colore giallo ambrato chiaro, con riflessi paglierino.

Al naso esprime sensazioni di fiori appassiti, di frutta secca, di legni pregiati e spezie come la cannella e la noce moscata, di frutta disidratata sottospirito.

In bocca Grappa di Pontis ha un sorso leggero, molto morbido, dall’aroma fine, intenso e persistente.

 

Contini

Contini è la storica azienda vitivinicola di Cabras, una delle più importanti e più antiche dell’intero territorio arborense: fu infatti fondata da Salvatore Contini nel lontano 1898! Proprietaria è ancora la famiglia, rappresentata soprattutto da Paoletto Contini e dai suoi nipoti Alessandro e Mauro, che grazie alla sapiente consulenza dell’enologo Piero Cella continuano a tenere alto il nome dei vini dell’oristanese. L’azienda insiste soprattutto sui due vitigni autoctoni tipici della bassa valle del Tirso, il Vernaccia, a bacca bianca – da non confondersi con gli omonimi vitigni di San Gimignano e di Serrapetrona! – e il Nieddera, a bacca rossa.

Approfondisci