Braja IGT Isola dei Nuraghi Rosso 2015Tenute Ledda

37,50Prezzo web

  • Tipologia

    Vino Rosso

  • Origine

    Bonnanaro (SS)

  • Formato

    750 ml

  • Abbinamenti

    Cacciagione da Pelo, Cacciagione da Piuma, Carni Bianche, Carni Rosse, Formaggi Stagionati, Primi Piatti di Terra

Caratteristiche

  • Nome completo

    Braja IGT Isola dei Nuraghi Rosso 2015 - Tenute Ledda

  • Uvaggio

    Muristellu, Uve autoctone a bacca rossa

  • Gradazione

    15%

  • Temperatura di servizio

    16-18 °C

Descrizione e abbinamenti

Braja è il rosso di punta delle Tenute Ledda: un IGT Isola dei Nuraghi Rosso ottenuto da un vigneto di montagna sul monte Pelao, un vulcano spento posto nelle campagne tra Bonnanaro, Borutta, Bessude, Thiesi e Siligo, tutti piccoli centri del Meilogu, in provincia di Sassari. Questo un tempo era una zona fortemente interessata dalla vitivinicoltura: il declino delle cantine sociali tra gli anni Ottanta e Novanta ha portato alla scompara dei produttori, ma non ha intaccato la qualità del terroir, celebrato da questa etichetta. Braja in sardo significa brace: un riferimento al passato incendiario del contesto pedoclimatico da cui questo vino ha avuto origine.

Braja nasce da un vigneto composto da muristellu e da un’altra tipica cultivar del panorama ampelografico sardo, con un impianto di circa 5500 piante per ettaro ed una resa di trenta quintali circa, posto su un altipiano a 730 metri sul livello del mare – questo lo rende un vero e proprio vino di montagna, e anzi ch’è chi parla di viticoltura eroica! – contraddistinto da un suolo basaltico, nero, ricco di minerali di origine vulcanica e perciò atto a conferire vini ricchi di freschezza e mineralità, finezza e longevità. Le uve sono raccolte manualmente a perfetta maturazioen delle uve, dalla seconda settimana di Ottobre. Rapidamente trasportati in cantina, i grappoli sono sottoposti a vinificazione in rosso, con macerazione delle bucce nel mosto per circa venticinque giorni in fermentatori di acciaio a temperatura controllata, con frequenti travasi. Una volta completata la fermentazione alcolica, Braja matura per dodici mesi in acciaio e per ventiquattro mesi in botti grandi di rovere, prima dell’affinamento finale in bottiglia.

Braja si presenta nel calice rosso granato traslucido, di buona consistenza alla roteazione.

Al naso è complesso, intenso ed etereo, con profumi evoluti, che dalle prugne in confettura e sottospirito espandono verso i ricordi di bosso, sensazioni di erbe aromatiche come l’alloro ed il rosmarino, sfumature di fiori appassiti e garofano, di cuoio e di sigaro robusto, di pepe verde e noce moscata.

In bocca Braja attacca grintoso, intenso al gusto e vibrante di durezze, in primis di un tannino appuntito ma piacevole, minerale, ammansito da una buona morbidezza e da una decisa sensazione di pseudocalore, complesso e persistente nel suo bagaglio gusto-olfattivo.

Braja è un rosso elegante, da esibire a tavola con i piatti ricercati: pici al ragù di carne, petto di piccione su salsa ai frutti di bosco, filetto di manzo su salsa al porto.

La scheda del produttore non è ancora disponibile.