Centogemme Alghero DOC Torbato 2021Poderi Parpinello

11,50Prezzo web

  • Tipologia

    Vino Bianco

  • Origine

    Alghero (SS)

  • Formato

    750 ml

  • Abbinamenti

    Crostacei, Funghi, Molluschi, Pesce, Primi Piatti con Verdure, Primi Piatti di Mare, Verdure e Insalate

Caratteristiche

  • Nome completo

    Centogemme Alghero DOC Torbato 2021 - Poderi Parpinello

  • Uvaggio

    Torbato

  • Gradazione

    13%

  • Temperatura di servizio

    10-12 °C

Descrizione e abbinamenti

Centogemme è l’Alghero DOC Torbato della cantina Poderi Parpinello: un bianco fresco e minerale dalla beva scorrevole ma non scontata, ottenuto dal più tipico dei vitigni di questa parte di Sardegna. Forse non molti lo sanno, ma il torbato è un vitigno originario del sud-ovest della Francia: fu introdotto ad Alghero dall’azienda Sella & Mosca alla fine dell’Ottocento quando questa non era ancora una cantina ma uno dei vivai più grandi del mondo, proprio per soddisfare la richiesta di questa cultivar da parte dei vignaioli francesi. E quando la Sella & Mosca si convertì in azienda vitivinicola, il torbato fu una delle cultivar più valorizzate dall’azienda, giungendo al paradosso di esser più presente nel territorio algherese che non in Francia, situazione ancora più marcata al giorno d’oggi. Centogemme prende il suo nome dal fatto che quando Giampaolo Parpinello iniziò a sperimentare con questa cultivar, partì proprio da cento barbatelle di questo vitigno.

Centogemme nasce da vigneti posti tra Algero e Sassari, su terreni di natura sabbiosa. Le uve sono raccolte a perfetta maturazione, selezionate e colte rigorosamente a mano e rapidamente trasportate in cantina. Qui sono sottoposte a vinificazione in bianco, con macerazione a freddo delle bucce nel mosto e successiva fermentazione alcolica, a temperatura controllata, per quindici giorni in contenitori in acciaio inox. Una volta completata la fermentazione alcolica, Centogemme matura in acciaio ancora per qualche mese, a contatto con le proprie fecce nobili, prima dell’affinamento finale in vetro: una bottiglia borgognona satinata, di grande eleganza.

Centogemme riluce nel calice giallo paglierino tenue, luminoso e vivace.

Al naso regala sensazioni fresche di fiori bianchi come caprifoglio e lantania, note fruttate di agrumi – kumcat – mela croccante e susina, sensazioni verdi di maggiorana e ricordi minerali.

In bocca Centogemme entra fresco e sapido, un sorso scorrevole e di buona struttura che lascia aromi fini e persistenti nel palato.

Centogemme è un bianco che ben si presa come aperitivo, e che a tavola accompagna piacevolmente antipasti delicati e sfiziosi, anche della cucina orientale, come gli involtini primavera, primi piatti come il risotto ai frutti di mare, secondi di pesce come filetto di dentice in crosta su salsa e aroma di fiori, e formaggi a pasta molle come il brie.

La scheda del produttore non è ancora disponibile.