Eleonora IGT Valle del Tirso Vernaccia 2019Fratelli Serra

14,00Prezzo web

  • Tipologia

    Vino da Meditazione

  • Origine

    Zeddiani (OR)

  • Formato

    750 ml

  • Abbinamenti

    Aperitivo, Dolci di Frutta Secca

Caratteristiche

  • Nome completo

    Eleonora IGT Valle del Tirso Vernaccia 2019 - Fratelli Serra

  • Uvaggio

    Vernaccia

  • Gradazione

    14,5%

  • Temperatura di servizio

    10-12 °C

Descrizione e abbinamenti

Eleonora è la vernaccia più giovane prodotta dalla cantina Fratelli Serra, un IGT Valle del Tirso Vernaccia che coniuga i caratteri ossidativi del tradizionale bianco oristanese ad una buona facilità di beva. È difatti un prodotto più semplice e scorrevole rispetto alle tradizionali vernacce invecchiate, come la Vernaccia Riserva della stessa cantina: con questo prodotto la cantina Serra omaggia la tradizione oristanese dei vini ossidativi da aperitivo, quella tipologia che tanta importanza ha durante la vestizione de Su Componidori e la Sartiglia e che è tradizione bere a piccoli bicchieri in giro per le strade di Oristano ravvivate la carnevale.

Eleonora nasce da vigneti allevati ad alberello nelle assolate piane tra il Campidano di Simaxis e la Penisola del Sinis: si tratta di viti più giovani rispetto a quelle da cui nascono le vernacce DOC, di circa venticinque anni di età, che affondano le proprie radici sui terreni sabbioso-argillosi di natura alluvionale delle campagne di Zeddiani, ciottolosi e secchi, terreni chiamati in loco gregori, capaci di produrre, rispetto al bennaxi – termine che designa i suoli più fini, fertili e profondi più tipici delle campagne di Simaxis – vini più complessi e longevi. La raccolta delle uve viene effettuata manualmente, quando ancora sono ricche di acidità, caratteristica fondamentale se si vuole avere un vino capace di affrontare il processo ossidativo e conservare una buona beva. Le uve una volta in cantina sono sottoposte a diraspapigiatura ed il mosto lasciato lasciato a contatto con le bucce per dodici ore. Alla pressatura soffice segue immediatamente la fermentazione alcolica, indotta tramite l’inoculo di lieviti indigeni selezionati, in contenitori di acciaio inox alla temperatura controllata di 18°C. Quando ancora la fermentazione è in atto, la massa viene trasferita in vasche di cemento vetrificato e qui avviene la contaminazione con il lievito flor, l’attore principale della maturazione ossidativa: questo lievito infatti non viene mai inoculato, ma è abbondantemente presente negli ambienti di vinificazione, e di ciò ci si rende perfettamente conto visitando i locali, aspirandone a piene nari il tipico profumo, di cui è il principale responsabile. A Settembre, il vino viene trasferito in botti di castagno – si tratta di un parco botti vecchie di decenni, e qualcuna di esse risale addirittura all’inizio del Novecento! – e qui permane per un anno. Le botti non vengono mai colmate, ma si ha cura di lasciarne un quinto vuoto: requisito fondamentale per la maturazione ossidativa, che sarà regolata da un film di lieviti flor che si verrà a produrre sulla superficie della vernaccia. Una volta conclusa la maturazione, Eleonora affina per qualche mese in bottiglia, prima della messa in commercio, generalmente intorno a Febbraio, per la Sartiglia.

Eleonora rifulge nel calice di un giallo oro antico, animato ancora da screziature verdoline.

Al naso esprime sensazioni di frutta secca, su tutte la mandorla amara, dono del flor, a cui si accompagnano le note di fico secco, di pera disidratata, di fiore appassito, un ricordo di cuoio

In bocca Eleonora è un bianco secco, intenso e persistente nell’aroma, di grande sapidità e buona freschezza, dalla beva scorrevole.

Eleonora è un vino da aperitivo, che potrà accompagnarsi con taralli al finocchietto. Mal si presta all’abbinamento a tavola, ma se proprio volessimo, potremmo provare con un inusuale accoppiamento con le anguille a scabecciu, antico metodo di conservazione del pesce fritto, o con le sarde in saor.

Fratelli Serra

Fratelli Serra è una delle più antiche aziende della provincia di Oristano, la prima ad imbottigliare Vernaccia di Oristano DOC: situata a Zeddiani, centro agricolo a poca distanza dal capoluogo e dalle coste del Sinis, continua nel nuovo millennio a produrre vini di grandissima qualità, contraddistinti da un perfetto equilibrio tra il frutto e il legno e da una grandissima sapidità, capace di assicurare longevità ai vini.

Approfondisci