Fiore del Sasso Vermentino di Gallura DOCG Superiore 2022La Contralta

Il prezzo originale era: 28,00€.Il prezzo attuale è: 26,90€.Prezzo web

  • Tipologia

    Vino Bianco

  • Origine

    Palau (SS)

  • Formato

    750 ml

  • Abbinamenti

    Aperitivo, Crostacei, Molluschi, Pesce, Primi Piatti con Verdure, Primi Piatti di Mare

Caratteristiche

  • Nome completo

    Fiore del Sasso Vermentino di Gallura DOCG Superiore 2022 - La Contralta

  • Uvaggio

    Vermentino

  • Gradazione

    14%

  • Temperatura di servizio

    10-12 °C

Descrizione e abbinamenti

Fiore del Sasso è il Vermentino di Gallura DOCG Superiore della cantina La Contralta, piccola quanto dinamica realtà nata pochi anni or sono nel cuore della Gallura, tra Palau e Olbia. Il nome è un omaggio ai versi di una poesia di Umberto Saba, Contovello: “Quel ritaglio di terra grigia, ingombra – di sterpi, a fiore del sasso. Seduto – all’osteria, bevo quest’aspro vino“. L’etichetta rappresenta invece la borracina azzurra (Sedum caeruleum), erba endemica delle isole mediterranee che in primavera cresce tra le rocce, in particolare i graniti – vero e proprio fiore dei sassi galluresi – spruzzandoli di rosso e di ceruleo.

Fiore del Sasso è prodotto esclusivamente da uve vermentino da vigneti allevati a controspalliera nelle campagne di Olbia, a cento metri sul livello del mare, su suoli da disfacimento granitico. Il sabbione granitico conferisce alle uve mineralità e freschezza: il clima caldo della Sardegna consente un ottima maturazione aromatica, con concentrazione di precursori d’aroma, e le brezze fresche e le piacevoli escursioni termiche delle sere estive permettono il fissaggio degli aromi. Le uve sono raccolte manualmente, generalmente nelle mattinate dell’ultima settimana di Settembre e, rapidamente trasportate in cantina, sono in buona parte sottoposte a pressatura soffice ed il mosto fiore avviato a fermentazione alcolica in acciaio per circa venti giorni, a temperatura controllata. A fermentazione conclusa, questa parte di vini matura in vasche di cemento, a contatto con le proprie fecce fini, subendo ripetuti bâtonnages. Quella parte di uve che non ha subito la pressatura viene invece pigiata e lasciata a contatto con le proprie bucce per quindici giorni, in maniera da estrarre quanto più possibile le sostanze aromatiche e polifenoliche; una volta svolto tutto lo zucchero, la maturazione di questa porzione prosegue in barrique di rovere francese e in anfora. Le masse, dopo nove mesi di evoluzione, sono assemblate, filtrate ed imbottigliate: Fiore del Sasso affina quindi per altri due mesi prima di essere commercializzato.

Fiore del Sasso rifulge nel calice luminoso, di toni giallo paglierino pieni e vivaci, dalle sfumature oro verde.

Al naso esprime sensazioni fini ed emblematiche di rosmarino e lavanda che vanno ad impreziosire una trama fruttata di melone a pasta gialla e scorza di cedro, con ricordi di fieno, di zenzero e suggestioni fumé.

In bocca Fiore del Sasso è un bianco dal sorso pieno, fresco e morbido, dall’aroma elegante sospinto nel tempo dalla decisa sapidità, e dai piacevoli ritorni aromatici di frutta e di spezie.

Fiore del Sasso è un bianco che a tavola si sposa con primi di mare di buona struttura, secondi di pesce e formaggi di media stagionatura. Potremmo accostarlo ad un formaggio vaccino di media stagionatura come certi casizolu o certi Montasio DOP, ad un primo come la calamarata con ragù di pesce spada e olive taggiasche o i tortiglioni alla norma, con lo scorfano al forno con pomodorini, olive, capperi e pinoli.

La scheda del produttore non è ancora disponibile.