Girò Deiana Girò di Cagliari DOC 2020Ferruccio Deiana

18,90Prezzo web

  • Tipologia

    Vino Dolce

  • Origine

    Settimo San Pietro (CA)

  • Formato

    375 ml

  • Abbinamenti

    Dolci al Cioccolato, Dolci di Frutta Secca, Fine Pasto, Formaggi Erborinati, Formaggi Stagionati

Caratteristiche

  • Nome completo

    Girò Deiana Girò di Cagliari DOC 2020 - Ferruccio Deiana

  • Uvaggio

    Girò

  • Gradazione

    15,5%

  • Temperatura di servizio

    10-12 °C

Descrizione e abbinamenti

Girò Deiana è l’ultima etichetta nata nella cantina Ferruccio Deiana, prodotta secondo il disciplinare del Girò di Cagliari DOC, e rappresenta un unicum in Sardegna: il girò infatti è cultivar antica, un tempo diffusa e caduta in oblio negli anni, rivalorizzata quest’anno dalla storica cantina di Settimo San Pietro. Si tratta di una delle due uniche etichette di questa tipologia in Sardegna – l’altra prodotta in quantità limitatissime da Quartomoro. «Produrre Girò di Cagliari è sempre stato uno dei miei sogni perché è un vitigno che ho sempre apprezzato e non è valorizzato quanto merita», ha dichiarato lo stesso Ferruccio Deiana, alla presentazione ufficiale della nuova etichetta. «La nostra filosofia aziendale prevede la valorizzazione del territorio attraverso la produzione di vini di qualità, ed è per questo che abbiamo deciso di aggiungere il Girò alla nostra cantina».

Vale la pena spendere ancora qualche parola su questo vitigno. Come per tutte le cultivar sarde, anche per il girò le origini sono assai fumose, ma pare che sia uva arrivata dalla Spagna – quindi in epoca moderna, non prima del XIV secolo – e diffuso soprattutto nel meridione sardo, lungo la piana del Campidano, dov’è noto anche con il nome di girone. Le campagne a nord di Cagliari ben si prestano per la produzione di questo vitigno, grazie al suolo calcareo-marnoso, capace di conferire mineralità e freschezza, finezza e longevità ai vini da esso prodotti, e al clima mediterraneo. Le uve sono raccolte manualmente e, trasportate in cantina, sono sottoposte ad appassimento, per avere una maggiore ricchezza in zuccheri ed una maggiore espressione aromatica. La vinificazione in rosso comporta una macerazione delle bucce nel mosto; una volta ultimata la fermentazione alcolica – interrotta quando ancora parte dello zuchero non è stato trasformato in alcoolGirò Deiana viene travasato in barriques di rovere, al fine di incrementare la propria complessità, la propria finezza e la propria morbidezza.

Girò Deiana mostra nel calice una veste rosso rubino traslucida e tendente al granato, e alla roteazione lascia nel bevante lacrime strette e lente.

Al naso esprime sensazioni di frutta rossa cotta ed in confetturaprugne e more – sbuffi floreali di rosa appassita, ricordi verdi e aromatici come di mentuccia e di timo, e sensazioni speziate di cannella e noce moscata.

In bocca Girò Deiana è un passito non troppo dolce, robusto nella sua dotazione alcolica e morbido, reso vibrante da una decisa sapidità, da una certa freschezza e da un tannino felpato ed elegante. Gli aromi sono fini, di grande intensità e persistenza.

Girò Deiana è un rosso passito di grande personalità, che all’assaggio farebbe quasi pensare ad un vino fortificato – ma non una goccia di alcool addizionato è stata utilizzata per produrlo! é un grande vino da meditazione, che si presta ad accompagnare in special modo i dolci al cioccolato – come i brownies, o la crostata alla mousse di cioccolato e ribes – i formaggi erborinati come il Castelmagno DOP o il Roquefort, e quelli di lunga stagionatura come il Fiore Sardo dei Pastori DOP o il Provolone Vernengo.

Ferruccio Deiana

Approfondisci