NSC Memorie di Vite Nasco di Cagliari DOC 2019Quartomoro

19,50Prezzo web

  • Tipologia

    Vino Bianco

  • Origine

    Arborea (OR)

  • Formato

    750 ml

  • Abbinamenti

    Funghi, Molluschi, Pesce, Pizze e Calzoni, Primi Piatti con Verdure, Primi Piatti di Mare, Vellutate, Zuppe e Minestre

Caratteristiche

  • Nome completo

    NSC Memorie di Vite Nasco di Cagliari DOC 2019 - Quartomoro

  • Uvaggio

    Nasco

  • Gradazione

    13,5%

  • Temperatura di servizio

    10-12 °C

Descrizione e abbinamenti

NSC è il Nasco di Cagliari DOC prodotto dalla cantina Quartomoro di Arborea, appartenente alla linea Memorie di Vite, che nel progetto di Luciana Baso e Piero Cella, proprietari dell’azienda, vuole essere un progetto di recupero culturale dell’espressione più pura dei principali vitigni sardi, con le loro singolarità, e dei terroir più congegnali ad essi. Quindi vinificazione per quanto possibile con lieviti autoctoni di uve in purezza da vigneti a piede franco di età superiore a cinquant’anni, prevalentemente senza l’uso di contenitori in legno e senza filtrazione finale.

NSC è esclusivamente da uve nasco, cultivar tipica del cagliaritano e in realtà diffusa in tutto l’areale della ex provincia di Cagliari, quindi in tutta la provincia di Oristano e dai pendii meridionali della Barbagia per tutto il Sud Sardegna, isole occidentali comprese. Un tempo riservata alla produione di pregiati vini da dessert, col tempo il costante relegare questo genere di prodotti ad una nicchia di consumo ha fatto sì che questo vitigno fosse sempre più preso in considerazione per la produzione di vini secchi e freschi, contraddistinti da ottima morbidezza e da una grande ricchezza di profumi. NSC nasce da vigneti ad alberello su suoli di origine calcarea della zona di Cagliari, con rese inferiori ai settanta quintali per ettaro. La raccolta avviene a perfetta maturazione delle uve: queste sono raccolte rigorosamente a mano e in cantina sottoposte prima a pigiatura, ed il mosto lasciato a contatto con le bucce per qualche ora, poi a pressatura soffice mediante presse a membrana ed il mosto avviato a decantazione statica e fermentazione alcolica mediante lieviti autoctoni in contenitori di acciaio inox alla temperatura di 19°C. Una volta ultimata la fermentazione alcolica, NSC matura in acciaio per sei mesi prima dell’imbottigliamento.

NSC mostra nel calice una bella veste giallo paglierino, intensa e dai toni caldi.

Al naso esprime profumi intensi e complessi, di frutta a pasta gialla matura come l’albicocca e l’ananas candito, di fiori gialli come la ginestra, e sensazioni di erbe aromatiche e di macchia salmastra.

In bocca NSC è un bianco di struttura, morbido e minerale, quasi gessoso in bocca, di grande complessità e persistenza.

NSC è un bianco che a tavola si presta ad accompagnare primi piatti di struttura, anche speziati, secondi di mare complessi e pietanze a base di funghi. Potremmo accompagnarlo con una lasagna bianca, con il filetto di dentice in salsa di carote e crescione, con il flan di grana ai finferli.

Quartomoro

Quartomoro di Sardegna nasce come cantina didattica di Piero Cella, substrato sperimentale e di ricerca dell’enologo; si pone come fabbrica di idee, di esperienze sulla viticoltura e l’enologia sarda. L’intreccio di rapporti professionali e sociali produce una serie di prodotti derivanti dalle uve, che mirano ad essere le pietre miliari della produzione sarda.  

Approfondisci