Sartiu Cannonau di Sardegna DOC 2019Giuseppe Sedilesu

11,00 9,50Prezzo web

  • Tipologia

    Vino Rosso

  • Origine

    Mamoiada (NU)

  • Formato

    750 ml

  • Abbinamenti

    Cacciagione da Pelo, Carni Bianche, Carni Rosse, Formaggi Stagionati, Pollame

Caratteristiche

  • Nome completo

    Sartiu Cannonau di Sardegna DOC 2019 - Giuseppe Sedilesu

  • Uvaggio

    Cannonau

  • Gradazione

    14,5%

  • Temperatura di servizio

    16-18 °C

Descrizione e abbinamenti

Sartiu è il Cannonau di Sardegna DOC più beverino e più giovane della cantina Sedilesu, ottenuto da uve cannonau da vigneti di Mamoiada. Per quanto rosso barbaricino e quindi vino comunque strutturato, vanta un carattere più gioviale rispetto ad altre etichette dell’azienda, come Mamuthone o Carnevale, e a differenza di questi non matura in botti ma esclusivamente in vasche di cemento. Il nome è un omaggio ad un passaggio di danza tipico de su ballu tundu.

Sartiu nasce dai vigneti più giovani dei Sedilesu – quindici anni al massimo – allevati con sesti di impianto più larghi rispetto ai vigneti ultracinquantenni ma sempre ad alberello, nelle campagne di Mamoiada. Si tratta di vigneti capaci di rese non superiori ai sessanta quintali per ettaro, insistenti su un suolo di disfacimento granitico, rivelatosi qui come ad Oliena particolarmente adatto per le uve cannonau, per via della freschezza e della mineralità che è capace di conferire ai vini. Le uve sono raccolte rigorosamente a mano durante Ottobre, anticipando o posticipando la vendemmia a seconda dell’andamento stagionale. Trasportate in cantina, sono sottoposte a vinificazione in rosso con macerazione delle bucce nel mosto di dieci-dodici giorni – periodo estremamente breve se confrontato con la prassi tenuta con prodotti come Grassia o Ballu Tundu. Contemporaneamente la fermentazione avviene naturalmente, grazie ai lieviti autoctoni di cui è ricca la pruina delle uve, e senza controllo della temperatura. Una volta ultimata la fermentazione alcolica, Sartiu matura per dieci mesi in vasche di cemento e subisce, prima dell’affinamento finale in bottiglia, una leggera chiarifica.

Sartiu riluce nel calice rosso rubino intenso e vivace, traslucido ai raggi luminosi, consistente ma fluido alla roteazione.

Al naso esprime sensazioni fresche di frutta rossa come le marasche, il ribes e le prugne, di fiori rossi, di erbe di campo.

In bocca Sartiu è un rosso dalla beva scorrevole, fresco, minerale e dal tannino presente ma non invasivo, reso più morbido dalla buona dotazione alcolica e da una certa ricchezza in polialcoli.

Sartiu è un rosso perfetto per i tipici antipasti di terra sardi – sa codra, ad esempio, o le animelle fritte, o interiora di agnello con cipolle. Un buon pecorino semistagionato potrà essere un degno compagno, così come del formaggio fuso su una fetta di pane carasau; s’ortau, salsiccia di maiale tipica di Ardauli servita su un letto di puré di patate, o perché no, un caldo e gustoso piatto di pasta e fagioli!

La scheda del produttore non è ancora disponibile.